Il quinto quarto

[rimangono solo gli scarti]

Mese: novembre, 2011

Casco integrale.

Marco sfreccia in moto per le vie della città, livido di rabbia e dolore…

Annunci

Dromomania

15 km

Io pedalo sempre.

I calli sulle mani, i lividi sulle gambe, i gastrocnemi ipertrofici e la lombalgia.

Quando buco, vado a piedi dove devo andare in bici. E dopo mi fa male tutto.

Go on Vale, butch on us!

Questi qua così noi non ce li abbiamo.

Mi piacevi molto anche tu.

«A Valentì, quanto sei fregna! Uno dei ‘sti ggiorni te metto’ncinta così la famo finita».

«No, uccidimi adesso».

Per campo una piazza, per destriero una bici.

Lasciate che gli altri giochino le altre cose.                                                                                                                Il re del gioco è ancora il gioco dei re.

Just make some poles and get into it.

No regrets.

“Tanto poi ricrescono”.

Comparativi di molta probabilità

Molto probabilmente scrivere le cose qua è meglio che (1) parlar da soli, (2) dar delle testate nel muro o (3) inveire contro i bambini per la strada.

Chiudere un occhio

Otto ore di macchina per tornare a casa dopo una giornata di lavoro (3,83 € /h).

In questo tempo, non potendo dormire a causa dei cosi della cintura di sicurezza piantati nel fianco, ho concluso che molto spesso la cosa giusta da fare è abbandonare ogni proposito di miglioramento.

Solo allora, con un’insolita combo di liberazione e ansia, sono riuscita ad abbandonarmi al sonno dei giusti (impagabile/h+ maggiorazione notturna).

Immediatamente toccava scendere dall’auto e facevano 2 gradi.

Millenovecentoquarantatré

For a change.

Il nuovo che avanza lo damo ar gatto.